loading...
Logo
Edicola digitale
+

Oculistica, Piovella (Soi): tamponi rapidi per screening pazienti

Milano, 29 ott. (askanews) - "In questo 2020 in oculistica eseguiamo 8 milioni di visite oculistiche in meno e 500mila interventi salvavista in meno, che non siamo in grado di effettuare per via del Covid e delle limitazioni che hanno avuto gli ospedali ma, soprattutto, anche perché sta subentrando una preoccupazione nei pazienti a sottoporsi a visite e interventi per la paura di infettarsi con il Covid. Da questo punto di vista, la Società oftalmologica italiana (Soi) ha evidenziata la soluzione dei tamponi antigenici rapidi come soluzione effettiva".

Dopo l'allarme lanciato nei mesi estivi, il presidente della Soi, la Societa Oftalmologica italiana, Matteo Piovella torna sul tema dei tamponi antigenici necessari per effettuare uno screening di prima fase dei pazienti negli studi oculistici, al fine di garantire sicurezza contro potenziali contagi da Covid-19 e, dunque, evitare diserzioni di controlli e interventi.

"Solo facendo un tampone in tempo reale - ha continuato Piovella - noi possiamo stabilire che una persona non è potenzialmente contagiosa e metterla insieme a una persona 'sana' e nessuno dei due ha preoccupazione di poter essere infettata. È importante rilevare che in oculistica, dove ci sono attività elettive quindi non indispensabili o urgenti, è fondamentale far venire nei centri solo persone non positive, in questo modo la struttura può stare in piedi, si garantisce alle persone che vi entrano che non c'è alcuna possibilità di infettarsi e le persone si sottopongono alle visite oculistiche e agli interventi".

Secondo Piovella gli stessi centri di oculistica potrebbero offrire il servizio ai clienti, per rassicurarli e garantire sicurezza nella prestazione, anche in ragione del costo non eccessivo e della facilità d'esecuzione dei tamponi rapidi, il tutto nel pieno rispetto delle norme stabilite dalle autorità sanitarie per il contenimento dei contagi da Covid-19.

Dai blog