Logo
Edicola digitale
+

Il ritorno di Samuele Bersani con il visionario "Cinema Samuele"

Milano, 1 ott. (askanews) - Sette anni di assenza e poi il ritorno con un album poetico, visionario tutto da ascoltare.

"Cinema Samuele" segna un nuovo percorso sonoro di Samuele Bersani che torna sulla scena discografica con un disco vitale e suonato con la musica al centro anticipato dal singolo Harakiri.

"Non avevo paura di non riuscire più a scrivere canzoni, ma sentivo che c'era un blocco e bisognava aspettare che finisse. E' finito esattamente quando ho cominciato a lavorare sulle musiche i primi giorni qui a Milano".

Un lungo processo creativo, "ero ispirato ma venivo dall'essere disperato, ma sono riuscito a scrivere le storie che volevo raccontare. Mi sono ritrovato grazie al lavoro" ha detto raccontando poi il suo rapporto col cinema.

"Penso che ci sia una connessione tra le canzoni che sono pieno di immagini e di visioni. E poi devo tanto al cinema, perchè già dalla mia prima canzone "Il Mostro" e "Chicco e Spillo" ho sempre inteso il racconto come una specie di cortometraggio".

10 tracce con storie diverse, come in un cinema multisala, in cui l'attualità irrompe nella sua poesia, temi importanti vengono raccontati con profondità e mettendoci dentro molto di se.

"C'è n'è una che a livello personale è servita per darmi molta forza e parla del passato che si scontra col presente, dove il presente riesce a spuntarla e si chiama il tuo ricordo. Ma anche Le Abbagnale, Distopici, Mezza bugia, Il Tiranno, sono tante".

Samuele Bersani si è fatto un bel regalo per i suoi 50 anni e lo ha fatto ai fan che da tempo lo attendevano, e sul compleanno dice così.

"La linea della mano diceva che sarei arrivato a 35 anni e quindi sono molto onorato di aver fregato quella che me l'aveva letta".

Samuele si prepara anche a tornare live a primavera e per emozionare ed emozionarsi perchè lui lo ha ribadito: senza l'amore e le emozioni non sa vivere.

Dai blog