loading...
Logo
Edicola digitale
+

"Gli unici negazionisti sono al governo": Giorgia Meloni picchia durissimo contro Roberto Speranza

"Gli unici negazionisti li abbiamo visti al governo", inizia così la stoccata che Giorgia Meloni ha rivolto a tutto l'esecutivo, nel corso del suo intervento in Aula dopo l'informativa urgente del premier Giuseppe Conte. "Zingaretti diceva che "non ce n'è Coviddi a Milano" e giù di aperitivi, mentre noi chiedevamo di fare la quarantena per chi rientrava dalla Cina - ha continuato la leader di Fratelli d'Italia -. Il ministro Lamorgese ci dice che non c'è Coviddi sui barconi sfidando la scienza e anche l'intelligenza degli italiani. Il ministro Azzolina ci ha detto che non c'è Coviddi nelle scuole". Non risparmia nessuno la Meloni, che poi va avanti con la questione trasporti: "Il ministro De Micheli ancora due giorni fa ci dice che non c'è Coviddi sui mezzi pubblici e io voglio sapere qual è l'evidenza scientifica con cui si fa una dichiarazione del genere". E ancora, altri due negazionisti al governo sarebbero il ministro Speranza, che ha "scritto che il virus era sconfitto in un libro, che poi ha dovuto far sparire". E infine il commissario Arcuri: "Ha pensato che di Coviddi non ce ne sarebbe stato più, visto che le regioni hanno mandato al governo i loro piani per potenziare la sanità a luglio e lui ha attivato i bandi a ottobre, quando il virus era già ripartito", ha concluso la Meloni. 

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Dai blog