Logo
Edicola digitale
+

"Azzolina, i nostri figli si meritano di meglio di una barzelletta": l'affondo del leghista Di Stefano

Di seguito, l'intervento di Roberto Di Stefano, sindaco leghista di Sesto San Giovanni: "Nella scuola regna il caos più totale! Prima la ministra Azzolina lancia l’idea dei plexiglas tra gli studenti, proponendo di fatto di metterli in gabbia, ora invece se ne inventa un’altra delle sue: recuperare 3.000 edifici scolastici dismessi in tutta Italia per avere più spazi dove fare le lezioni a settembre. Ma come si può solo pensare di riaprire le scuole abbandonate in appena due mesi? Se sono state chiuse negli anni ci sarà un motivo o no? Magari ci sono interventi da fare per soffitti a rischio crollo, c’è l’amianto, non funzionano gli impianti elettrici, gli allarmi anti-incendio non sono a norma, mancano le perizie sull’anti-sismicità… Come pensa la ministra di trovare tutto pronto per settembre se per una gara d’appalto serve un progetto definitivo, un progetto esecutivo, l’aggiudicazione che può avvenire solo dopo mesi dall’avviso pubblico? Delle due l’una: o l’Azzolina non sa come funziona la pubblica amministrazione ed è un problema per chi diventa ministro senza fare la sacrosanta gavetta, oppure è il solito gioco dello scaricabarile sui sindaci. Ma non è tutto... Nel testo delle linee guida si parla di “rime buccali”: in pratica la distanza di un metro che dovrà essere calcolata non tra un banco e l’altro, ma tra la bocca di un alunno e l’altro. Non è uno scherzo, lo hanno scritto davvero: ma ci rendiamo conto da chi siamo governati?! Cara ministra Azzolina, i nostri figli meritano il meglio per il loro futuro, non annunci, smentite e soluzioni che sembrano barzellette!", conclude Di Stefano.

Dai blog