Logo
Edicola digitale
+

Clemente Mastella, si ribalta il quadro: "Governo Covid, chi mi ha telefonato"

  • a
  • a
  • a

"A Giuseppe Conte e Matteo Renzi dico: vedetevela tra voi". Clemente Mastella, l'eminenza grigia dei responsabili che sulla carta dovrebbero salvare il premier dalla crisi di governo aperta dal leader di Italia Viva, si tira indietro (almeno per ora). "I responsabili sono come l’amante. A un certo punto devi dare loro dignità, portarli allo scoperto, riconoscerne il valore. Altrimenti ti dicono addio e sul più bello non potrai contare su di loro", ironizza il fondatore dell'Udeur in una intervista su Leggo. Sua moglie, la senatrice del Misto Sandra Lonardo, sarebbe il fulcro di 15/20 "governisti", ex forzisti, ex grillini, Maie. Qualcuno azzarda pure renziani e leghisti in fuga pur di non far finire la legislatura.
 

 

 

"Una crisi nel mezzo di una pandemia proprio non la capisco", spiega Mastella. Una crisi "sconcertante. Anche la Chiesa si è espressa contro. L’entrata in scena di Grillo e Zingaretti ha scombussolato certi piani, solo che sia Renzi che Conte sono andati troppo in là". Dai governi balneari della Prima repubblica ora si arriverà "a un governo Covid" per tornare al voto "prima del semestre bianco per le votazioni del Colle. Il tempo di uscire dall’emergenza. Il Paese è sfinito". E il Parlamento è terrorizzato: "Renzi è il vero irresponsabile. L’azione anti-Conte si poteva fare tra qualche mese. Sapesse quanti renziani preoccupati mi hanno telefonato...".

 

Dai blog