Logo
Edicola digitale
+

Matteo Renzi, gelo sulla "trattativa" con Conte: "Non ci hanno avvisati. Ecco chi ha messo in giro la voce"

  • a
  • a
  • a

Doccia gelata sullo "spiraglio". Matteo Renzi frena clamorosamente sulle voci che vorrebbero la trattativa tra Italia Viva e il resto della maggioranza "a buon punto" per far rientrare la crisi di governo. All'ora di pranzo l'agenzia Adnkronos parla di "grossi passi avanti", citando fonti della maggioranza. Il resto è lasciato all'immaginazione. Da IV si aspettano un segnale forte entro le 17.30, quando è prevista la conferenza stampa con cui Renzi annuncerà le dimissioni delle sue ministre Bellanova e Bonetti. Dal resto della maggioranza partono segnali di ottimismo, ma da IV smentiscono con ironia sospetta: "Si sono scordati di avvisarci".

 

Chi ha sparso la voce sul riavvicinamento? "Lo ha detto Casalino", assicurano dalle parti di Renzi. Ma Gennaro Migliore, parlamentare di IV, ospite di Un giorno da pecora, un po' si sbottona ammettendo che sulle dimissioni "non abbiamo ancora deciso. Noi siamo sempre pronti all’interlocuzione, il problema è che dall’altra parte si cercavano i Mastella di turno...". Come dire: se Conte rinunciasse ad andar a caccia di responsabili, si può fare. Il sospetto, dunque, è che la trattativa effettivamente ci sia ma che Renzi punti a ottenere tutto il possibile e anche di più, compresa la chiusura del canale di dialogo tra Palazzo Chigi e la pattuglia centrista.

Dai blog