loading...
Logo
Edicola digitale
+

Silvio Berlusconi e Salvini, sondaggi riservati: l'effetto sul centrodestra. Retroscena Minzolini

  • a
  • a
  • a

Lo scontro tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini alla luce dei sondaggi. Augusto Minzolini, sul Giornale, mette in guardia chi nel centrodestra è tentato da strappi che possano far cadere il governo, perché "di fronte ad un precipitare della situazione dovrebbe risponderne di fronte all'opinione pubblica". E i sondaggi, spiega il retroscenista, dovrebbero ridurre a più miti consigli anche chi come la Lega continua a sperare in una spallata. "Per quel che valgono, segnalano che al venir meno della fiducia verso governo e maggioranza non corrisponde un aumento di fiducia verso l'opposizione". Come dire, il travaso di voti non c'è. Anzi, si registra "un aumento della sfiducia nei confronti dell'intera classe politica" che non farebbe bene neanche alla Lega o a Giorgia Meloni e Fratelli d'Italia.
 

 

 

Da qui l'auspicio di Minzolini, che è quello dei "governisti" di Forza Italia: se vincerà in tutti gli attori politici la "linea della responsabilità", dovrà essere "convincente, alta nel sentimento, chiara nei propositi e nelle forme e trasparente negli intenti". Niente inciuci, dunque, e nemmeno una copia sbiadita di quanto accaduto nel 2011 con la nascita del governo Monti o nel 2014, con il patto del Nazareno firmato con Matteo Renzi. Furono giorni, anzi mesi di speculazioni e contraddizioni, ricorda Minzo, pagate a caro prezzo soprattutto da Berlusconi. "Se si ha un minimo di onestà intellettuale -  è il messaggio di Minzolini, questa volta ai forzisti -, pose la basi del sorpasso elettorale della Lega su Forza Italia".

Dai blog