loading...
Logo
Edicola digitale
+

Marco Travaglio, sulla prima del Fatto Quotidiano mette quelli che votano no, ma dimentica l'ex firma Sansa

  • a
  • a
  • a

Nella giornata di ieri, 3 settembre, il Fatto Quotidiano di Marco Travaglio ha sbattuto in prima pagina i faccioni di alcuni di quelli che voteranno no al referendum sul taglio dei parlamentari del 20 e 21 settembre. Ci sono tutti, da Paolo Pomicino a Ferdinando Casini a Luciano Violante. Tutti tranne uno: Ferruccio Sansa, candidato alle regionali in Liguria per M5S e Pd ed ex firma del giornale di Travaglio. Sarà un caso?

Sta di fatto che Sansa ha deciso di confidare la sua intenzione di voto al Foglio, non al Fatto, come hanno notato anche dal tempo.it. "Penso che sia un referendum molto importante perché pone un problema reale, quello sui costi della politica. - ha spiegato nell'intervista - Però penso che voterò no, perché credo che la riduzione dei costi della politica si debba ottenere tagliando radicalmente le indennità".

 

 

 

 

Una confessione spiazzante per il fronte del sì, che vede i pentastellati e lo stesso Travaglio in testa. "So che questa mia posizione può risultare scomoda, ma è giusto che un candidato dica quello che pensa", ha commentato Sansa, consapevole che la sua dichiarazione potrebbe contribuire a indebolire il già traballante asse Pd-5Stelle.
 

Dai blog