Logo
Edicola digitale
+

Gianluigi Paragone attacca Luigi Di Maio: "Benetton? Posizioni equivoche", quella vecchia frase

  • a
  • a
  • a

Gianluigi Paragone, uscito dal M5s in favore del gruppo Misto, ora non fa altro che togliersi qualche sassolino dalla scarpa. In collegamento con Coffee Break, trasmissione di La7 condotta da Andrea Pancani, Paragone parla della questione al momento più spinosa per il governo: le concessioni ad Aspi per il nuovo ponte di Genova: "Dopo il Ponte Morandi non ci possono essere dubbi", ha spiegato in riferimento alla tragedia del 14 agosto ‎2018, per cui persero la vita 43 persone. E anche qui l'ex pentastellato non può che prendersela con i grillini, in particolare con Luigi Di Maio che "ìnvitò i Benetton e Atlantia a salvare Alitalia".

 

 

Queste "posizioni equivoche", come le chiama Paragone, hanno indubbiamente generato ritardo, ma ora "è arrivato il momento di prendere coraggio, sono loro al governo". La storia però sembra essersi ribaltata: all'epoca, lo scorso luglio, l'attuale ministro della Farnesina si era detto disposto a concedere ad Atlantia il compito di salvare Alitalia, mentre il Pd attaccava: "Ridicoli e opportunisti". Idee completamente opposte a quelle manifestate oggi dalle due forze politiche al governo.

 

Dai blog