loading...
Logo
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, tempo quasi scaduto: "Ho fretta, frettissima", la mossa disperata sulle regionali

  • a
  • a
  • a

“Ho fretta, frettissima”. Giuseppe Conte prova a spingere il piede sull’acceleratore per seminare tutti quelli che, nell’opposizione ma soprattutto nella maggioranza giallorossa, puntano a ribaltare la sua poltrona. Il premier vuole provare a cambiare passo per salvare la pelle: la prima mossa è stata incontrare Nicola Zingaretti a Palazzo Chigi e spronare il M5s a unire le forze. “Conte ha capito che senza un partito e un’alleanza solida e strutturale il governo (e il suo futuro politico) rischiano di brutto”: lo scrive il Corriere della Sera, secondo cui il premier è intenzionato a fare il possibile per trovare una sintesi sulle elezioni regionali. 

 

 

“Sarebbe una sconfitta per tutti, anche per me - sostiene Conte - se non si trova il modo di fare un passo avanti. Ci vuole coraggio anche in questa direzione”. Difficile però che il M5s gli venga incontro: “Ma cosa gli passa per la testa?”, è stata la replica dei grillini, che subito hanno fatto recapitare al premier il loro secco “no” agli accordi locali. Intanto il decreto Semplificazioni continua a slittare a causa dei veti incrociati degli alleati. Conte invita tutti a essere “responsabili” e incalza i partiti perché “ho fretta, frettissima”: il premier inizia ad avvertire eccome il timore di non riuscire ad andare oltre settembre-ottobre. 

Dai blog