loading...
Logo
Edicola digitale
+

Coronavirus, Vincenzo De Luca umilia la Lamorgese: "Confusione e idiozie"

  • a
  • a
  • a

Fin dall’inizio dell’emergenza coronavirus, Vincenzo De Luca è stato diversi passi avanti al governo nazionale. D’altronde mentre il premier Giuseppe Conte e i suoi ministri cincischiavano, il governatore della Campania assumeva posizioni durissime e di chiusura totale, tanto da essersi guadagnato da tempo il soprannome di “sceriffo”. Fin dal principio De Luca ha compreso benissimo l’importanza di evitare la diffusione del virus al Sud, dove il sistema sanitario non sarebbe in grado di reggere l’impatto dei numeri che stanno caratterizzando la Lombardia.

Nell’ultimo video indirizzato ai cittadini, De Luca ha attaccato duramente anche il governo per la “comunicazione estremamente confusa” e in alcuni casi “assolutamente sbagliata, perfino dal ministero dell’Interno”, che fa capo a Luciana Lamorgese. Il governatore campano si riferisce al fatto che “si può passeggiare purché si mantenga un metro di distanza. Questa è un’idiozia, non si può camminare per strada senza ragione motivata da parte del cittadino”.

De Luca annuncia che la Campania prenderà qualche misura in più: “Costringeremo tutte le persone individuate per strada senza motivo a fare la quarantena di quindici giorni. Ti trovo in mezzo alla strada, a passeggiare sul lungomare o stravaccato sulla panchina? Ti obbligo a stare in quarantena”. Non passa inosservato il metodo comunicativo di De Luca, duro e diretto in prima persona al singolo cittadino: “E una volta che scatta l’obbligo di quarantena se vieni individuato fuori casa sei passabile di sanzioni penali. Siamo costretti a fare questo. Il 90% dei cittadini ha capito come comportarsi, ma il 10% di irresponsabili va neutralizzato”. 

Dai blog