loading...
Logo
Edicola digitale
+

David Parenzo a Tagadà, vergogna e insulti: "Imbecilli, chiedete scusa". Ce l'ha con Alberto Zangrillo?

  • a
  • a
  • a

Ora, David Parenzo ricorre direttamente agli insulti. Siamo a Tagadà, dove il conduttore de La7 è ospite in collegamento. Ovviamente il tema è il coronavirus, la seconda e drammatica ondata della pandemia. E, in premessa, Parenzo torna ad attaccare il governo, fortemente criticato anche dopo l'ultimo dpcm, che David giudica insufficiente. "Ci vuole un po' di chiarezza: poche regole e non confuse. Non abbiamo capito la lezione della prima ondata?", chiede retorico. Dunque, ecco che il suo attacco fa un salto di qualità. Passa agli insulti, appunto: "Quegli imbecilli che dicevano che il coronavirus fosse scomparso dovrebbero chiedere scusa", tuona. Già, perché secondo Parenzo, quando quest'estate la situazione pareva sotto controllo, evidentemente era vietato esprimere il proprio pensiero. Ovviamente di riferimenti, Parenzo, non ne fa. Eppure pare fin troppo semplice collegare le sue parole a quel "il virus è clinicamente morto" per cui Alberto Zangrillo viene ancora perseguitato. Anche da Parenzo.

 

 

Dai blog