loading...
Logo
Edicola digitale
+

Giorgia Meloni e il testosterone, Sallusti ringrazia Pessina: "Emersa la vera anima della sinistra cattocomunista"

  • a
  • a
  • a

Paola Pessina è stata costretta alle dimissioni dalla Fondazione Cariplo dopo le oscenità pronunciate contro Giorgia Meloni. Quest’ultima accetta di buon grado le prese in giro e l’ironia sulle sue “trasformazioni” quando si inalbera in Parlamento, ma le offese gravi come quelle ricevute dall’ex sindaco di sinistra di Rho non sono affatto tollerabili. La signora che ha parlato di “eccesso di testosterone che ha fatto diventare brutta la Meloni” non è in alcun modo giustificabile, ma anzi è ancora di più da condannare per il fatto che è pure una docente di religione. Alla faccia di “ama il tuo prossimo…”.

 

 

“Nei salotti sociali e politici della sinistra cattocomunista - è il commento di Alessandro Sallusti - c’è un razzismo radicato contro i neri, un disprezzo contro le donne tutte, i gay sono considerati alla stregua dei buffoni di corte che allietavano le serate del principe, i poveri una sottospecie da aiutare con serate benefiche ma a patto che se ne stiano ben a distanza. Dei rivali politici inutile parlarne, l'evidenza dice tutto. Noi dobbiamo ringraziare Paola Pessina - ha aggiunto il direttore de Il Giornale - per aver svelato il segreto delle donne, e degli uomini Sardina. Penso che la Fondazione Cariplo abbia fatto male a cacciarla: gli ipocriti come lei, incidente a parte, sono preziosi per mascherare la vera anima della sinistra e fare passare noi per ciò che non siamo, ma che loro nel segreto sono”.

Dai blog