Logo
Edicola digitale
+

Emanuele Filiberto di Savoia lancia il suo partito? Chi si schiera con lui: due nomi pesantissimi

  • a
  • a
  • a

Emanuele Filiberto rampollo di Casa Savoia ha fondato un think tank: "Realtà Italia" che resti un'associazione o diventi un partito politico è ancora da vedere ma la strada è in discesa. Il principe, che in questi mesi sta combattendo con la crisi economica del Covid, "negli  ho un'attività di ristorazione on the road con i truck Prince of Venice. Con il Covid ho dovuto chiudere due mesi, mettere i dipendenti in cassa integrazione", racconta in un'intervista al Corriere della Sera che sta scaldando i motori. 

 

 

E questa sera farà le prove di partito  Realtà Italia con un tavolo virtuale a cui parteciperanno il vicino di casa ad Umbertide, in Umbria, l'imprenditore del cachemire Brunello Cucinelli, Alessandra Priante direttore alle Nazioni Unite per il turismo  europeo, Marcello Sorrentino di Fincantieri infrastrutture, Roberto Daneo fondatore di We Plan dietro alla candidatura di Milano per l’Expo 2015 e ora delle Olimpiadi Milano-Cortina, il professor Noci del Politecnico di Milano, lo chef Davide Oldani. A marzo aveva già fatto un video-appello agli imprenditori, un primo webinar su piu-Italia.org con Frédéric Mitterrand e il banchiere Ennio Doris


"Se Realtà Italia, il nome della mia nuova associazione, sarà in futuro un movimento politico o se resterà un movimento di idee per l’Italia non lo so. Ma se deve finire in politica, che sia" ha spiegato Emanuele Filiberto. Le idee sono ancora in fieri e lamenta l’assenza di "visione di lungo termine, sanità e scuola da ricostruire, disoccupazione", bocciando l'esecutivo guidato da Giuseppe Conte: "Basta con la politica dei selfie con la bandiera. Servono piani concreti per l’Italia che così, a ripartire non ce la fa. E cosa han fatto i politici, mentre tutti gli altri in Europa hanno prodotto soluzioni vere?".

Dai blog