Logo
Edicola digitale
+

Alessandro Sallusti a Quarta Repubblica, la sentenza "pilotata" contro Berlusconi: "C'erano Napolitano e Palamara, democrazia truccata"

  • a
  • a
  • a

"Il corso della democrazia è stato truccato". Alessandro Sallusti, ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica, commenta così l'audio choc del giudice Amedeo Franco che ha parlato di "sentenza pilotata dall'alto" riguardo alla condanna di Silvio Berlusconi nel 2013 per frode fiscale. "Queste carte lo dicono in modo inequivocabile. Il problema vero è che è stata alterata la democrazia e dovrebbe interessare tutti anche chi è avverso a Berlusconi. Servono punizioni e riabilitazioni".

 

 

 

 

C'è chi ha puntato il dito contro il Quirinale: "Diciamo che Giorgio Napolitano in quei giorni non vigilò a sufficienza - glissa il direttore del Giornale -, È una storia piena di anomalie. Immagino che ai magistrati l'ordine arrivi dall'alto e in alto allora al Cs,m c'erano Napolitano e Palamara. Il complotto è partito molto prima ed è finito con l'espulsione di Berlusconi". Resta, conclude Sallusti, un dato di fatto: "Quello che stiamo scoprendo sulla cupola che gestiva la giustizia rende credibile questa confidenza di questo giudice. La giustizia rispondeva ad altre logiche e ad altri poteri". 

Dai blog