Logo
Edicola digitale
+

DiMartedì, "nessuna censura Twitter su Libero". E Senaldi risponde alla Petrini: "Allora mettiamo Frankenstein al posto della tua faccia"

  • a
  • a
  • a

"Libero non è stato bloccato da Twitter". A DiMartedì su La7 Valentina Petrini accusa il nostro quotidiano di vittimismo e il direttore Pietro Senaldi risponde per le rime alla giornalista: "Ieri il vostro profilo era raggiungibile, c'era solo un avviso...". "Allora davanti alla tua trasmissione anziché la sigla mettiamo un bel 'attenzione guardate questa trasmissione a vostro rischio e pericolo'. Capisci che non è un bel biglietto da visita". 

 

 

 

La Petrini non vuole parlare di censura: "Può capitare anche agli account di persone comuni quando Twitter rileva attività sospette, anche se al momento non c'è una motivazione ufficiale". Poi l'accusa: "Tante cose che scrivete non sono vere, ma non vi hanno chiuso". "Se tu mi metti una scritta così - ribadisce Senaldi -, allora sul tuo libro anziché la tua faccia ci mettiamo quella di Frankenstein e una bella scritta, non lo leggete". Così è più chiaro?

 



 

Dai blog