Logo
Edicola digitale
+

**Whatsapp: dopo modifiche a privacy è psicosi tra utenti, boom di Telegram** (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - Un messaggio che ha creato "una psicosi, portando centinaia di migliaia di utenti ad abbandonare WhatsApp per servizi analoghi come Signal o Telegram, a dimostrazione di come gli italiani siano sempre più attenti alla propria privacy e siano disposti a cambiare le proprie abitudini per difenderla", aggiunge Gabriele. Consumerismo No Profit seguirà questo tema importantissimo per la tutela dei consumatori, affinché si faccia chiarezza sulle "zone grigie relative al trattamento dei dati personali degli utenti, in modo che gli stessi abbiano tutte le informazioni necessarie per prendere decisioni consapevoli", spiega.

Il fondatore di Telegram, Pavlov Durov, ha fatto sapere che Telegram ha registrato un aumento di +25 milioni di utenti nelle ultime 72 ore. Ma sui rischi connessi alla privacy anche dei nuovi servizi di messaggistica per smartphone interviene anche Visionari No Profit, associazione per la promozione e la divulgazione di scienza e tecnologia per il miglioramento della società. "In pochi sanno che tali servizi utilizzano spesso gli stessi codici e raccolgono, al pari di Whatsapp, una serie di informazioni dei cittadini che ne fanno uso -spiegano gli esperti- Ad esempio WhatsApp e Signal utilizzano lo stesso codice di crittografia per i messaggi: quello sviluppato da Open Whisper Systems (che è la fondazione che ha creato Signal)".

Dai blog