Logo
Edicola digitale
+

"Quiz show", la miglior regia di Robert Redford (e quel cameo di Scorsese)

Giorgio Carbone
Giorgio Carbone

Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all'attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per "La Notte" dal 1971 al 1995. Per "Libero" dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

QUIZ SHOW
Tv, TV 2000 ore 21.10
Con Ralph Fiennes, John Turturro, Paul Scofield. Regia di Robert Redford. Produzione USA 1994. Durata:  ore 2 e 13

LA TRAMA
Vicenda (pare) accaduta veramente. In USA negli anni  50 quando in America e altrove (da noi erano i tempi  folli di "Lascia o raddoppia?") furoreggiavano i telequiz. Lo show del titolo non ha limiti di premio. Un campione va avanti finchè azzecca le risposte. Qui l'asso in carica è da settimane un operaio (con gli occhi da matto di John Turturro) che però da qualche tempo ha cominciato a stufare Gli indici  di ascolto sono in calo. I produttori meditano  di sostituirlo con un concorrente che è tutto l'opposto: un professore di Harvard(Ralph Fiennes) colto, elegante, raffinato. Ma per attuare  il passaggio  di consegne  bisogna che il matto sbagli una risposta. Lui si comporta appunto da matto. Prima accetta (dietro compenso naturalmente). Poi fa causa all'emittente.

PERCHÈ VEDERLO
Perché è certo la migliore regia di Redford. Direttore quasi sempre bravo ("Gente comune" "Leoni per agnelli") ma raramente trascinante. Qui trascina  giostrando al meglio una bella squadra di attori (notate Martin Scorsese nel piccolo ruolo di un luciferino dirigente TV) e tirando fuori il massimo dalla sceneggiatura di  Paul Attanasio (tra le più belle edite a Hollywood negli anni 90).

Dai blog