loading...
Logo
Edicola digitale
+

Tora! Tora! Tora! Un film di guerra che non dimostra i suoi 50 anni

Giorgio Carbone
Giorgio Carbone

Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all'attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per "La Notte" dal 1971 al 1995. Per "Libero" dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

TORA! TORA! TORA! 
Regia di Richard Fleischer. Con Jason Robards,  Martin Balsam, James Whitmore. Produzione USA  1970. Durata:2 ore e 24
RAIMOVIE  ore 21.30

LA TRAMA 
Tora Tora Tora sta per Tigre Tigre Tigre, la parola d'ordine ai piloti giapponesi che nel dicembre del  1941 bombardarono  il porto di Pearl Harbor dove era attraccata la flotta statunitense scatenando la guerra nel Pacifico e l'entrata in guerra degli USA.  Il 'giorno dell'infamia'  lo definì il presidente Roosevelt anche perchè la dichiarazione di guerra era stata rilasciata solo poche ore prima.  Colte di sorpresa  le navi americane vennero in  gran parte distrutte. Alla fine della giornata solo una portaerei  era in grado di galleggiare  e di combattere.

PERCHÉ VEDERLO  
Perché le scene di  battaglia, girate con gran dispendio di mezzi sono ancor oggi spettacolose, migliori anche di quelle di Pearl Harbor girato 30 anni dopo. Anche se il film è deficitario nella parte emotiva. Girato  in coproduzione col Giappone il film è abbastanza  soft  nella descrizione dei comandanti  nipponici (il vero eroe risulta  alla fine l'ammiraglio Yamamoto)  e piuttosto pesante quando sottolinea la sprovvedutezza di quelli americani. Solo  l'indomito ammiraglio Halsey  impersonato da un grande  James Whitmore  si prende in pugno il finale

Dai blog