loading...
Logo
Edicola digitale
+

Gina Lollobrigida, testimonianza choc contro Rigau: “Vi racconto la sua vita”, il testimone chiave

Francesco Fredella
Francesco Fredella

Francesco Fredella è nato nel 1984. Pugliese d'origine, ma romano d'adozione. Laureato in Lettere e filosofia a pieni voti, è giornalista professionista. Si occupa di gossip da sempre diventando un punto di riferimento nel jet-set televisivo. Collabora con Libero, Il Tempo, Nuovo (Cairo editore). E' uno degli speaker della famiglia RTL102.5, dove conduce un programma di gossip sul digital space. E' opinionista fisso di Raiuno e Pomeriggio5.

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

Adesso parla Cesc Sanrtandreu. E Rigau, l’uomo spagnolo che ritiene di aver sposato la Lollobrigida per procura, potrebbe tremare. Cesc vuota il sacco per la prima volta, concedendoci un’intervista esclusiva. Grazie a lui Gina Lollobrigida ha scoperto che era sposata con Javier Rigau a sua insaputa. Quindi Cesc Santandreu - che ha creato anni fa un sito web intitolato www.memoriasrigau.com” - potrebbe diventare un testimone chiave in tutta la complicata vicenda. Infatti, Santandure - imprenditore di professione - ha messo tutto nero su bianco in libro intitolato “Jaque a un estafador. La “vita scandalosa” di Francisco Javier Rigau Ràfols ”: un volume di 460 pagine in cui racconta senza freni e senza filtri, con sentenze alla mano e documenti choc, la vita di Rigau. Sarebbero 76 le denunce collezionate nel tempo da Rigau, secondo Santandreu. Materiale scottante che potrebbe alzare un vero polverone, visto che Santandreu è stato legato da un’amicizia profonda con Rigau duranta ben 17 anni. Le sue dichiarazioni - adesso - potrebbero dare una svolta a tutta la faccenda, alla vigila del processo contro Andrea Piazzolla (il factotum di casa Lollobrigida - accusato dal figlio della diva e da Rigau, estromesso dal processo, di aver circuito l’attrice 93 enne e di aver sperperato il suo denaro). 

-Cesc, il titolo del tuo libro è molto potente, giusto?

La definizione accademica del termine truffatore in Spagna è: "ottenere ricchezza attraverso una trappola o uno stratagemma, commettere un crimine attraverso l'abuso di fiducia o bugie". Attribuisco questa qualifica a Rigau come conseguenza degli eventi che quest'uomo ha realizzato durante la sua vita, i cui dettagli sono riportati nelle pagine del libro.

-Perché hai deciso di scrivere una pagina web su Rigau e poi questo libro, documentando in profondità truffe che Rigau avrebbe commesso contro le famiglie di Barcellona che ha rovinato, oltre a includere la situazione stessa che Gina Lollobrigida ha dovuto affrontare in un momento della sua vita in cui meritava di vivere tranquillamente?

Le ragioni che mi hanno spinto sono diverse. Forse la ragione principale era che la maggior parte delle famiglie truffate da Rigau mi imploravano di non fermarmi finché non avessero dimostrato la verità su ciò che era accaduto loro. Sebbene la giustizia spagnola sia quasi sempre d'accordo con Rigau, la verità è che queste persone hanno subito truffe che, all'epoca, non erano documentate dalle vittime. Alcuni documenti importanti riprodotti nel libro non sono apparsi in questi tribunali e molte false testimonianze fornite da Rigau non potevano essere smascherate, cosa che sto facendo ora.

-Cesc, quando hai conosciuto Javier Rigau? Che tipo di relazione c’era tra voi?

La nostra relazione è stata professionale per 17 anni, dal 1994 al 2010. Anche se allo stesso tempo si sono verificati alcuni eventi che mi hanno portato a partecipare a una questione illegale a favore di Rigau, arrivando a un certo tipo di amicizia che, tra un costruttore e il suo cliente, potrebbe essere consideratiainsolita.

-Che tipo di partecipazione illegale intendi?

Il mio libro deve sostenere la verità degli eventi realmente accaduti, e non la verità giudiziaria di quelli che sono stati dimostrati in tribunale anche se non erano veri, il mio dovere a questo punto della mia vita è riconoscere, con la dovuta vergogna , che in due diverse occasioni ho agito come falso testimone per favorire gli interessi illeciti di Rigau, sebbene nei tribunali in cui ho mentito in entrambe le occasioni abbiano finito per concordare con Rigau,  sebbene in entrambi i processi avrebbe dovuto essere condannato per frode, per aver fornito documenti falsi e per aver utilizzato le mie false testimonianze in questi procedimenti.


-Una volta terminato il rapporto con Rigau e dopo che il sito web è apparso su Internet, come ha reagito?

Beh, chiedendo misure precauzionali in tribunale per rimuovere il sito Web della rete, che alla fine ha ottenuto. Nella successiva denuncia relativa al sito Web, sono stato assolto con giudizio in prima istanza per tutto il contenuto indicato, che in sostanza coincide con il libro. Per inciso, Rigau ha anche richiesto il sequestro precauzionale del libro, ma la sua richiesta è stata respinta. Entrambe le decisioni del tribunale ora mi permettono di parlare liberamente del libro.

- Rigau ti ha mai parlato di Gina Lollobrigida? Quando?

In 17 anni in cui sono stato vicino a Rigau, non ha menzionato Gina neppure una volta, tranne quando l'esclusiva è apparsa sulla rivista Hola alla fine del 2006 e quando mi ha informato che avrebbe sposato Gina il 29 novembre 2010 nella parrocchia di Barcellona di Sant Vicens de Sarrià. Mi ha fatto credere che fosse un matrimonio in segreto, ma con l'approvazione di Gina.

-E hai creduto a quello che ti ha detto?

Prima ho considerato buona la tua storia, perché non avrei dovuto? Anche se l'ho trovato un po 'strano, visto che  Rigau non mi aveva più parlato di Gina negli ultimi quattro anni, dopo la cancellazione delle nozze nel 2006.

-Quali altre confidenze ti ha fatto Rigau su Gina e che intenzioni aveva con lei?

Insisto sul fatto che, a parte le conversazioni che abbiamo avuto entrambi alla fine del 2006 e tra settembre e ottobre 2010, non mi ha mai più parlato di Gina. Inoltre non ho mai visto lui parlare al telefono con Gina e vi assicuro che per anni abbiamo avuto molti incontri che sono durati diverse ore e in cui Rigau era solito rispondere alle telefonate costanti.

-Quali obiettivi specifici aveva Rigau riguardo a Gina?

L'obiettivo principale diRigau nella sua vita è stato diventare il legittimo vedovo di Gina e che questa condizione gli ha permesso di essere conosciuto dai media di tutto il mondo, specialmente a livello di Hollywood. A qualunque prezzo e facendo tutto il necessario per raggiungerlo. Per questo motivo, dopo aver confermato che Rigau aveva contratto un matrimonio ecclesiastico con Gina il 29 novembre 2010 a Sant Vicens de Sarrià e dopo aver scoperto che Gina Lollobrigida non aveva partecipato alla cerimonia, ho immediatamente dedotto che Rigau avesse perpetrato una nuova truffa nel suo curriculum criminale peculiare. Così a novembre 2011 ho presentato un reclamo in un tribunale di Barcellona per gli stessi eventi e ho fornito gli stessi dati che Gina ha denunciato in Italia nel 2013. A proposito, la mia denuncia a Barcellona ha finito per essere archiviata senza che nessuno della corte mi contattasse e dopo il tempestivo contributo di Rigau alla nuova falsa documentazione supportata da un ex avvocato di Gina. Sostegno trascendentale in modo che Rigau potesse salvare quella battuta d'arresto.

-In Italia si è sempre pensato che Rigau fosse interessato all'eredità di Gina, è così o no?

In linea di principio la questione di una possibile eredità era sempre qualcosa di secondario per lui. Aveva persino pianificato che se qualcosa fosse andato storto, o qualcosa fosse andato storto davanti al pubblico in tutto ciò che riguardava Gina, avrebbe dovuto avere i documenti necessari che provassero la separazione della proprietà tra loro e le proprie dimissioni da un'ipotetica eredità futura. No, tutt'altro. Il motivo della truffa di Gina era solo che desiderava - ad ogni costo - essere il suo vedovo, e di essere riconosciuto in tutto il mondo per questo motivo. Per partecipare poi a programmi televisivi, concedere interviste amichevoli su riviste, essere riconosciuto in contesti distinti, ecc.

-Tu lo conosci bene, qual è il suo modus operandi? Chi sono le sue vittime?

Le sue vittime sono sempre state persone anziane che abitualmente vivono da sole, che in molti casi non hanno discendenti. Anziani, tuttavia, con beni succulenti che a volte sono passati nelle sue mani dopo aver commesso truffe alle spalle delle persone colpite. Qualcosa di simile a quello che è successo a Gina, anche se in questo caso Rigau ha sostituito l'interesse economico con la brama di rilevanza sociale che gli ha dato il suo legame con Gina.

-È un uomo che ha un debole per le donne anziane? In 17 anni di vicinanza a lui, l'hai mai visto accompagnato da donne della stessa età?

La stessa età, mai. Delle donne anziane, sì. Ma non perchè fosse attratto da donne anziane. Era con loro per indicibili interessi materiali che potevano portare a successive truffe. Se Rigau ha qualche tipo di debolezza per le altre persone, non si manifesta precisamente rispetto al sesso femminile.

-"Stai insinuando che la sua debolezza potrebbero essere  gli uomini?"

Non lo insinuo, lo affermo. In particolare, uomini di nazionalità marocchina più giovani di lui. Anche se una volta che questa domanda è stata chiarita, ritengo che sia irrilevante approfondire questo argomento privato, poiché mi occupo molto poco delle sue inclinazioni sessuali. Per quanto abbia tentato pubblicamente di farci credere attraverso i media spagnoli e italiani, ha interferito così tante volte nella sessualità di persone anonime, con l'unico scopo di offenderle. Senza andare oltre, i riferimenti a Gina stessi sono inammissibili e possono essere fatti solo da qualcuno con una mente malata. Chi, nella sua mente può credere che Gina sia volata da Roma a Barcellona per andare a letto in segreto con lui?

- Andrea ti ha contattato?

La verità è che il contatto è avvenuto nel 2013 e da allora entrambi abbiamo collaborato affinché la verità su tutto ciò che riguarda Rigau esca fuori.

-Nel libro menzioni anche María Pilar Guimerá Gabilondo, la donna che ha sposato Rigau a Barcellona in assenza di Gina, che ha affermato di conoscere Gina da 30 anni. Chi è questa donna?

Nella mia denuncia a Barcellona per il matrimonio fraudolento ho già fornito le informazioni che la signora Guimerá aveva impersonato illegalmente Gina, un anno e mezzo prima che Andrea scoprisse il mio sito Web su Internet. È una donna che dipende economicamente da Rigau e che prova un'eccessiva gratitudine per il suo benefattore. In passato ha già fatto altre 2 false testimonianze per conto di Rigau in tribunale. A parte questa strana foto con dedica che mostra pubblicamente, la verità è che non esiste altro supporto che ci mostri una presunta amicizia tra lei e Gina che avrebbe potuto durare per tre decenni.

-Hai mai incontrato Milko, il figlio di Gina?

Non. Non l'ho mai incontrato, né abbiamo mai parlato al telefono. Anche se per quanto riguarda la figura di Milko, voglio essere molto chiaro in ciò che penso del suo comportamento attuale. Al processo al tribunale di Roma quest'uomo ha testimoniato di essere a conoscenza del rapporto di sua madre con Rigau per diversi decenni, di aver anche assistito per anni al modo in cui Rigau ha trascorso le stagioni a casa di Gina in Via Appia Antica, che sapeva che avevano entrambi pianificato di sposarsi prima del 2006. Quando la verità è che Rigau non ha mai dormito nella casa di Gina e che entrambi hanno iniziato la loro amicizia nel 2004. Al contrario, ciò che la coscienza malconcia di Milko sa è che ha appreso dell'esistenza di Rigau solo dall'annuncio del matrimonio nel 2006, mai prima d'ora. È logico supporre che questo nuovo arrivato nella vita di sua madre non avrebbe potuto amarlo molto, in considerazione delle notizie sorprendenti che gli hanno dato. Come consolazione devo dire a Milko, che Rigau ha fatto esattamente la stessa cosa con lui: a quel tempo lo disprezzava davanti al popolo di Barcellona che ascoltava le sue favole. Se Milko e Rigau si erano disprezzati a vicenda quattordici anni fa, perché si sono riuniti oggi per andare contro Andrea Piazzolla e la stessa Gina? Perché l'avvocato utilizzato per questo scopo è lo stesso che ha già difeso Rigau presso il Tribunale di Roma? Chi paga attualmente le sue parcelle? Mi chiedo chi è la mano che muove i fili e chi si lascia trascinare dalle circostanze che sono state generate. 

A parte queste considerazioni negative e la difesa di Milko, vale la pena chiarire che il figlio di Gina, in parte, si comporta come fa perché fin dall'inizio ha creduto alla versione plausibile di Rigau in tutto ciò che riguarda il legame ecclesiastico del 2010. Se sua madre si fosse davvero sposata segretamente in questo modo, alle sue spalle, senza dirgli nulla, come si può credere da ora in poi che la versione di Rigau sembra più supportata di quella di Gina e i documenti analizzati dalla giustizia sono stati usati d'accordo con Rigau? Documenti che sono serviti a convincere Milko che sua madre lo ha tradito.

D'ora in poi mi chiedo: se Milko alla fine scopre la verità attraverso il mio libro, se si rende conto che Rigau è un imbroglione e che sua madre ha sempre detto la verità continuerà la sua attuale crociata contro Andrea Piazzolla e sua madre?

-Tu hai conosciuto Gina, cosa pensi di lei e cosa pensi di tutto ciò che ha vissuto negli ultimi anni?

Che alla sua età avanzata è ancora una donna molto coraggiosa che continua a cobattere nonostante le conseguenze. Per continuare a battersi affinchè venga fuori la verità, quando sembra che quasi nessuno ascolti le sue spiegazioni  Quando ogni errore che poteva commettere, qualsiasi incomprensione, nel suo caso diventa molto più grande e incontrollabile. Dal momento che è ancora una diva e che è ancora qui. Fortunatamente, in questo momento, così doloroso per lei, almeno si è sentita curata e amata da qualcuno che non l'ha lasciata mai sola. Qualcuno che risponde al nome di Andrea Piazzolla.

Dai blog