loading...
Logo
Edicola digitale
+

Dalla parte degli anziani

Brunella Bolloli
Brunella Bolloli

Alessandrina, vivo a Roma dal 2002. Ho cominciato a scrivere a 15 anni su giornali della mia città e, insieme a un gruppo di compagni di liceo, mi dilettavo di mondo giovanile alla radio. Dopo l'università tra Milano e la Francia e un master in Scienze Internazionali, sono capitata a Libero che aveva un anno di vita e cercava giovani un po' pazzi che volessero diventare giornalisti veri. Era il periodo del G8 di Genova, delle Torri Gemelle, della morte di Montanelli: tantissimo lavoro, ma senza fatica perché quando c'è la passione c'è tutto. Volevo fare l'inviata di Esteri, ma a Roma ho scoperto la cronaca cittadina, poi, soprattutto, la politica. Sul blog di Liberoquotidiano.it parlo delle donne di oggi, senza filtri.

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

C'è un progetto molto bello che rischia di passare sotto silenzio e invece, a mio parere, va pubblicizzato e aiutato a crescere. Si tratta di un aiuto alle persone "grandi" di età e anche di esperienza: tutti coloro che hanno un'età ormai avanzata ma non per questo vanno considerati "sul viale del tramonto" o rottami di cui, in qualche modo, sbarazzarsi. Le persone anziane sono quelle che hanno sofferto di più nei lunghi mesi del lockdown e sono sicuramente quelle che più di altre hanno paura. Paura di morire. Perché il Covid non risparmia nessuno, è vero, ma con gli over 70 è più feroce o forse semplicemente perché chi ha i capelli bianchi ha anche il cuore più fragile, le ossa che si rompono più facilmente, il diabete, la pressione alta e tutto il resto degli acciacchi che, spesso, caratterizzano le persone agéé. Ora, c'è una Onlus che si chiama HelpAge e cerca di sollevare l'attenzione della politica sui nostri vecchi. Vuole garantire una ripresa, dopo il virus, che tenga unite e solidali le generazioni e chiede ai rappresentanti del mondo della cultura, ma anche della politica e delle aziende, a tutta la società civile, di firmare l'appello al governo italiano affinché sostenga e promuova una "Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti degli Anziani", i quali sono la forza, le nostre radici, la nostra storia. Una Convenzione che sia una guida imprescindibile per lo sviluppo di politiche nazionali per la difesa del diritto alla vita, alla salute, all'autonomia, alla sicurezza e alla difesa dagli abusi e dalla violenza. HelpAge è presente alla Mostra del Cinema di Venezia e l'attrice Alba Rohrwacher ha firmato il suo appello, insieme alla sorella Alice, a Saverio Costanzo, a Isabella Sandri e a tanti personaggi. 

Fra l'altro, proprio ieri, i carabinieri di Ivrea hanno arrestato 3 persone, tra cui 2 donne, colpevoli di maltrattamenti e abusi contro persone anziani e fragili. La cronaca è piena di episodi così tristi. Sarebbe ora di finirla.   

Dai blog